A.PRO.M.E.A.

APROMEA - Lettera aperta agli ospiti delle RSA e alle loro famiglie

prmantova

Lettera aperta dell'Associazione Provinciale degli Enti Assistenziali (APROMEA) agli ospiti delle RSA e alle loro famiglie

 

Nel verbale di accordo sottoscritto il 23 Novembre 2011 dall'Assessore regionale alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà Sociale e CGIL, CISL e UIL si afferma che la Regione Lombardia ha integrato le risorse destinate alla non.autosufficienza e che nel biennio scorso le rette delle RSA (Residenze Sanitario-Assistenziali) hano registrato "...aumenti significativi e spesso ingiustificati".

 

Documenti di approfondimento

 Articolo gazzetta - Gestire bene non è sufficiente

Intesa UNEBA ed APROM Protocollo delle Relazioni Sindacali

Intesa UNEBA ed APROM Protocollo delle Relazioni Sindacali

 

Presso la Fondazione Mazzali ONLUS in Mantova è stata sottoscritta in data 15.6.2011 una intesa fra la Delegazione UNEBA-Mantova e le OO.SS. di categoria Funzione Pubblica CGIL CISL UIL , recante “Protocollo delle relazioni Sindacali tra UNEBA – Mantova e le OO.SS. CGIL CISL UIL”

L’accordo stabilisce i criteri per consentire l’operatività della rappresentanza sindacale a livello aziendale, tenuto conto della contestuale vigenza del contratto nazionale di lavoro EE.LL. e del contratto UNEBA.

E’ inoltre disciplinata l’applicazione di alcuni istituti contrattuali in un quadro di equilibrata interpretazione attuativa, con l’intendimento di armonizzare al meglio possibile le due diverse normative contrattuali.

 

Documenti di approfondimento

Intesa UNEBA ed APROM

Le Collaborazione Istituzionali

Le Collaborazione Istituzionali

 

Nell'ambito dei propri scopi istituzionali, la Fondazione collabora con gli enti territoriali per la realizzazione di un sistema integrato dei servizi alla persona, mantenendo forti relazioni con il Comune di Sermide, l'Amministrazione Provinciale di Mantova, con l'Ufficio di Piano Destra Secchia, con l'Azienda Sanitaria Locale di Mantova e l'Azienda Ospedaliera Carlo Poma.

Promuove e partecipa a collaborazioni con altri soggetti pubblici e privati, anche in forma associata, tese allo sviluppo e al miglioramento dell'efficienza dei servizi, per favorire la valorizzazione della persona e la prevenzione di situazioni di emarginazione.

Nel 2004 ha partecipato alla costituzione dell'Associazione Provinciale Mantovana Enti Assistenziali (APROMEA), che raccoglie i gestori di R.S.A. di derivazione pubblica (ex IPAB).

Nel 2007 ha sottoscritto protocollo d'intesa con le Fondazioni del Destra Secchia per lo studio e l'introduzione di sistemi innovativi di sviluppo e controllo dei servizi.

Da questa esperienza è nata la collaborazione con la Fondazione Scarpari Forattini onlus di Schivenoglia per la gestione comune di alcune aree d'intervento.

Attiva è anche la collaborazione con Università e Istituti Scolastici per l'inserimento di stagisti nelle aree amministrativa e socio assistenziale.

Arriva il tetto nel budget Le R.S.A. contro la Regione

Arriva il tetto nel budget Le R.S.A. contro la Regione

 

Apromea, l'associazione che raggruppa case di riposo mantovane (ex Ipab) si scaglia contro la Regione dopo l'emanazione della delibera sulle norme di gestione del servizio socio sanitario 2011.

«Il provvedimento - si legge in una nota dell'associazione guidata da Diego Tartari - colpisce duramente le strutture sociosanitarie residenziali e i loro utenti, aprendo la strada ad un progressivo sgretolamento dei diritti delle persone più fragili. Le famiglie con anziani non autosufficienti, disabili e malati terminali si troveranno in gravi difficoltà, ecco perché la delibera è stata approvata senza aver consultato il Tavolo del Terzo Settore e la conferenza degli erogatori (cioè gli enti gestori dei servizi), come prescritto dalla legge regionale n3 del 2008».

Per Apromea, inoltre, l'atto contiene una quantità immensa di regole per tutto il settore socio-sanitario regionale, ma, in particolare, si riferisce alle Rsa (residenze per anziani non autosufficienti), agli Rsd (residenze per disabili), alle Css (comunità socio-sanitarie per disabili) e agli Hospice. Per queste unità di offerta dal primo gennaio scatterà la regola del budget: in altre parole le Asl assegneranno a ciascun gestore un limite annuo di risorse (budget) che la Regione è disponibile a riconoscere, indipendentemente dal numero di prestazioni erogate. Per il 2011 le Asl potranno riconoscere a ciascun gestore non più del 98% di quanto assegnato nel 2010. Ciò significa che la retta sarà sempre più pesante.

 

Documenti di approfondimento

Arriva il tetto nel budget Le R.S.A. contro la Regione

 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information