Lo Statuto

Allegato "F" al N. 403973/21361 di Repertorio

 

STATUTO

Titolo I: Denominazione, Sede, Durata e Scopo

 

Articolo 1: Denominazione

E' costituita l'associazione denominata: "A.R.S.A. - ASSOCIAZIONE RESIDENZE SANITARIE ASSISTENZIALI" .

Articolo 2: Sede

L'Associazione, che non ha scopo di lucro, ha sede legale in Muggiò (MI) , Via Borsellino n. 2.

L'associazione espleta la propria attività con particolare riferimento all'ambito della ASL ML 3 della Regione Lombardia.

Articolo 3: Durata

La durata dell'Associazione è illimitata.

Articolo 4: Scopo

L'Associazione si propone di rappresentare gli Enti che gestiscono le R.S.A. assicurando loro ogni forma di assistenza nella tutela dei loro interessi, nella erogazione dei servizi e,  all'occorrenza, rappresentandoli avanti gli organi istituzionali, le organizzazioni sindacali e di categoria.

L'Associazione persegue in particolare i seguenti obbiettivi:

a) svolgere attività di ricerca nel settore della terza e quarta età;

b) organizzare incontri, convegni e quant'altro a livello locale, regionale, e nazionale verta su argomenti attinenti le finalità predette;

c) mettere in atto ogni forma di attività finalizzatà finalizzata al conseguimento della migliore qualità nelle R.S.A. ;

d) svolgere attività di formazione e di aggiornamento professionale a favore degli operatori delle R.S.A. ;

e) svolgere attività di collaborazione e di stimolo nei confronti degli enti pubblici nel settore di competenza, con particolare riguardo all'azienda sanitaria locale;

f) presentare consulenza e assistenza agli associati nei loro rapporti con gli enti pubblici e le Autorità competenti, assumendone - se del caso - la rappresentanza delle R.S.A. associate;

g) perseguire l'ottimizzazione dei costi di gestione, anche mediante una comune politica degli acquisti al fine del miglior rapporto costi/benefici nelle rispettive gestioni.

 

Titolo II: Soci, Diritti e Doveri

 

Articolo 5: Soci

Sono Soci dell'Associazione le R.S.A. , ubicate nel territorio della ASL Milano 3 che hanno promosso l'atto costitutivo e le R.S.A. che saranno ammesse in seguito dal Consiglio Direttivo.

Tutti i Soci hanno uguali diritti e uguali obblighi nei confronti dell'Associazione. Essi sono tenuti al pagamento della quota associativa annua deliberata da Consiglio Direttivo entro il mese di dicembre precedente l'anno di riferimento.

Articolo 6: Recesso

L'adesione dell'Associazione è a tempo indeterminato e non può essere disposta per un periodo temporaneo. Tuttavia è data facoltà a ciascun Socio di recedere dall'Associazione mediante comunicazione scritta indirizzata all'Associazione stessa.

Le quote associative sono intrasferibili.

Articolo 7: Esclusione

Il Consiglio Direttivo può, per gravi motivi o per morosità, deliberare, ai sensi dell'articolo 24 Codice Civile, l'asclusione di un Socio dall'Associazione.

L'esclusione ha effetto dal trentesimo giorno successivo alla notifica del provvedimento, il quale provvedimento deve contenere le motivazioni per le quali l'esclusione è stata deliberata.

Il socio interessato entro tale periodo può adire a un Collegio Arbitrale e in tal caso l'efficacia della deliberazione consiliare è sospesa fino alla pronuncia del Collegio stesso. La pronuncia è inappellabile. Il Collegio Arbitrale sarà composto da tre arbitri nominati una da ciascuna delle parti e il terzo, con funzioni di Presidente, in accordo tra le parti. In caso di mancato accordo sulla nomina del Presidente, la stessa verrà richiesta al Presidente del Tribunale di Monza. Gli oneri afferenti l'attività del Collegio saranno a carico della parte soccombente.

 

Titolo III: Organi dell'Associazione

 

Articolo 8: Organi dell'Associazione

Sono Organi dell'Associazione:

- l'Assemblea dei Soci;

- il Presidente;

- il Consiglio Direttivo;

- il Revisore dei Conti.

Tutte le cariche sono elettive con libera eleggibilità e non sono remunerabili.

Articolo 9: Assemblea dei Soci

L'Assemblea dei Soci è sovrana; è costituita da tutti i soci di cui all'articolo 5 in regola con il versamento della quota annuale ed è ordinaria e straordinaria. Partecipano, con voto consultivo, i Drettori Generali delle R.S.A..

L'Assemblea si riunisce almeno due volte l'anno e provvede all'approvazione del bilancio.

Essa, in seduta ordinaria, tra l'altro:

- provvede alla nomina del Presidente, del Consiglio Direttivo e del Revisore dei Conti;

- delibera gli indirizzi generali e le scelte strategiche dell'Associazione;

- delibera l'importo della quota associativa annuale proposta dal Consiglio Direttivo;

- delibera l'affiliazione ad associazioni presenti sul territorio nazionale.

In seduta straordinaria, tra l'altro:

- delibera lo scioglimento e la liquidazione dell'Associazione e la devoluzione del suo patrimonio nel rispetto delle Leggi vigenti e del presente Statuto.

Articolo 10: Convocazione dell'Assemblea

L'Assemblea è convocata dal Presidente del Consiglio Direttivo ogni qualvolta questi lo ritenga opportuno oppure ne sia fatta richiesta motivata dalla maggioranza del Consiglio Direttivo: dal almeno un quinto degli aderenti all'Associazione o dal Revisore dei Conti.

La convocazione è a firma del Presidente del Consiglio Direttivo con preavviso di lmeno 7 (sette) giorni solari prima della data fissata per la riunione. La convocazione è effettuata mediante lettera raccomandata o fax spediti a ciascun Socio.

In casi di particolare urgenza i termini di preavviso possono essere ridotti fino ad un minimo di 48 (quarantotto) ore con convocazione a mezzo fax.

La convocazione deve contenere l'ordine del giorno, il luogo, la data della riunione.

L'Assemblea è regolarmente costituita in prima convocazione, con la presenza di almeno la metà più uno dei Soci. In seconda convocazione è validamente costituita qualunque sia il numero dei Soci presenti.

Delle deliberazioni è redatto verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.

Articolo 11: Diritto di voto

Ogni Socio R.S.A. ha diritto ad un voto espresso dal suo legale rappresentante o per delega da conferirsi per iscritto ad altro Socio ovvero al Direttore della propria R.S.A. . E' vietato il cumulo di deleghe in numero superiore a tre.

L'assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo o, in caso di sua assenza, dal Vice Presidente, o in assenza di questi, da persona designata dall'Assemblea. L'Assemblea in seduta ordinaria delibera con maggioranza assoluta dei presenti o dei rappresentanti su tutti gli argomenti posti all'ordine del giorno, salvo per quelli di competenza dell'Assemblea straordinaria.

In caso di Assemblea straordinaria occorrerà la presenza diretta o per delega della maggioranza dei voti esprimibili.

Le delibere verranno prese con voto favorevole della maggioranza dei presenti o rappresentanti, aventi diritto al voto.

Solo la delibera concernente lo scioglimento dell'Associazione dovrà essere approvata sia in prima che in seconda convocazione con il voto favorevole di almeno i tre quarti dei presenti o rappresentanti, aventi diritto al voto.

Le deliberazioni prese in conformità allo Statuto obbligano tutti fli aderenti, anche se assenti, dissenzienti o astenuti dal voto.

L'Assemblea vota normalmente par alzata di mano. Su argomenti di particolare importanza la votazione può essere effettuata a scrutinio segreto. In questo caso il Presidente sceglie tra i presenti due scrutatori.

Articolo 12: Presidente

Il Presidente è il rappresentante legale dell'Associazione e dura in carica 3 anni ed è sempre rieleggibile.

I compiti del Presidente sono:

1. presiedere l'Assemblea e nominare il Segretario;

2. rappresentare l'Associazione sia di fronte ai terzi, sia in giudizio;

3. sottoscrivere gli atti dell'Associazione;

4. curare l'attuazione delle determinazioni dell'Assemblea e del Consiglio Direttivo;

5. curare gli interessi dell'Associazione e tenere i contatti con analoghe associazioni presenti sul territorio;

6. nominare il segretario, scelto tra i dirigenti delle R.S.A. aderenti all'Associazione, che dovrà assolvere le funzioni di segreteria e di rendicontazione delle spese sostenute dall'Associazione.

Articolo 13: Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è composto da cinque membri compreso il Presidente e il Vice Presidente, eletti dall'Assemblea Ordinaria a scrutinio segreto. I membri del consiglio durano in carica tre esercizi e sono sempre rieleggibili.

Il Consiglio si riunisce almeno una volta al trimestre.

I membri del Consiglio Direttivo devono essere rappresentanti di R.S.A. associate.

Se nel corso del mandato viene a mancare un Consigliere, gli altri provvedono a sostituirlo con il primo non eletto. Il Consigliere così nominato resta in carica fino alla prima Assemblea.

Se viene meno la maggioranza, i Consiglieri rimasti in carica devono convocare una Assemblea per la sostituzione dei mancanti. Se viene meno l'intero Consiglio, il Revisore dei Conti provvederà a convocare l'Assemblea per la nomina del nuovo Consiglio Direttivo.

Articolo 14: Convocazione del Consiglio Direttivo

Il Consiglio è convocato anche per vie brevi dal Presidente o, in sua assenza, dal Vice Presidente. Il Consiglio è validamente costituito con l'intervento della maggioranza dei suoi componenti. E' presieduto dal Presidente o, in sua assenza, dal Vice Presidente.

Delle delibere del Consiglio è redatto verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.

Articolo 15: Poteri del Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo ha, in particolare, il compito di:

- deliberare sulle questioni derivanti dalla attività dell'Associazione per l'attuazione delle sue finalità nel rispetto delle direttive dell'Assemblea;

- predisporre i bilanci;

- accettare donazioni e lasciti;

- deliberare circa l'ammissione, il recesso, la decadenza e l'esclusione degli aderenti all'associazione.

Gli atti sono adottati a maggioranza dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente.

Articolo 16: Revisore dei Conti

Il Revisore dei Conti è eletto tra i membri dell'Assemblea.

Dura in carica per lo stesso periodo del Consiglio ed è sempre rieleggibile.

Il Revisore dei Conti esercita le funzioni di controllo contabile della Associazione e ne riferisce all'Assemblea.

 

Titolo IV: Patrimonio, Utili di gestione e Scioglimento

 

Articolo 17: Patrimonio

Il patrimonio dell'Associazione è costituito da:

- Contributi degli aderenti;

- Contributi di Enti e Istituzioni pubbliche e/o private;

- Donazioni e lasciti;

- Beni acquistati a qualsiasi titolo.

Articolo 18: Bilancio e chiusura esercizio

Gli esercizi dell'Associazione chiudono il 31 (trentuno) dicembre di ogni anno. Entro il 30 (trenta) aprile di ciascun anno, l'Assemblea sarà convocata per l'approvazione del bilancio Consuntivo dell'anno concluso. Il Bilancio Consuntivo deve essere tenuto presso la sede dell'Associazione a disposizione dei Soci nei 15 (quindici) giorni che precedono l'Assemblea convocata per la sua approvazione.

E' fatto divieto all'Associazione di distribuire anche in modo indiretto utili o avanzi di gestione nonchè fondi o riserve o capitali, salvo che la distribuzione e destinazione non siano imposte dalla Legge.

Articolo 19: Scioglimento

In caso di scioglimento dell'Associazione per qualunque causa, l'intero Patrimonio viene ripartito tra gli Associati.

Articolo 20: Norme applicabili

Per tutto quanto non previsto dal presente Statuto si applicano le norme del Libro I, Titolo II del Codice Civile.

Articolo 21: Foro competente

Il Foro competente è quello di Monza.

 

 

Letto, confermato e sottoscritto.

Monza, il giorno diciannove dicembre duemilatre.

 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono giĆ  stati impostati. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information